mercoledì 27 febbraio 2008

ps

ps...una poesia di Alberto Calligaris che amo...

A trentun'anni
avrei già dovuto conquistare la Persia
avessi avuto un maestro come Aristotele
adesso non pulirei ruote di seggioloni per vivere
il trucco è tutto lì
qualcuno che ti dica che se vuoi
puoi conquistare la Persia
invece con i 6 presi
riesci a pagare il mutuo
andare al mare in vacanza
e portare a spasso il cane
che è abbastanza
ma qualcun altro conquisterà la Persia
e tu lo leggerai sul giornale
e poi metterai il giornale in una borsa
e aspetterai che sia piena
per portarla alla raccolta differenziata
e sembrerà tutto normale
invece è la vita che continua
con le minestre solubili il dentista e l'affitto
e ogni notte prima di addormentarti
senti come se avessi dimenticato di fare qualcosa
e ti alzi a controllare il gas
e per un istante ti viene in mente che forse avresti dovuto
conquistare la Persia
ma ti vengono in mente anche tutte le cassiere del supermercato
che scopano tra di loro
e per la Persia ti ci vogliono ragionevolmente almeno una decina
d'anni
la sega è un attimo.

2 commenti:

Athos ha detto...

Se conquisto l`Irlanda, anziche` la Persia, dici che e` lo stesso?!

giulia ha detto...

ma Athos, dove sono gli altri moschettieri?
e Dumas???
senti, la morale della poesia è che fai prima a farti na se....
con il massimo rispetto
ciao Ila
ahahahahahah